Ispantus de su Poettu de una borta… is casottus
di Mirella De Cortes

Teniada fragu de sali e de bentu
cussa linna abruxiada de su soli.
Innia aintru
s'accuara sa boxi de is undas
e su fragu e' su mari.
Est unu arregordu durci su meu
chi torro a pentzai ai cussus coloris
e ai cussu mundu de arena e giogus.
Ma is ogus meus ispantaus de candu fia pipiedda
immoi bivint in custas telas pintadas
cumenti s'arregordu miu
chi acabat fora e'tempus
e deu torro a bivi, cun is pinzellus tuus,
donnya abbreschida e donnya iscurigada,
donnya dì de istadi,
cumenti unu ciu allixinu apitzus ‘e s'àcua
e d'accabbu cumenti una cocciula scarescia.
Su poettu de una borta… est innoi.
Aintru custas telas pintadas
mi potzu imbriagai de istellas
e accabbussai in s'asulu,
de cussu tempus potzu arrespirai sa maja
e satzai de colori
e de ispédhiu.
Imoi
unu mangoni mi tragada e deu bolo…
castio is casottus de atesu
perdia in su cèlu in dd'una iscurigada 'e oro

scarica il testo in pdf
Museo Sa Corona Arrubia
Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
strada Lunamatrona-Collinas, snc
16 maggio - 15 giugno 2013
Inizio della mostra:
venerdì 16 maggio ore 18:00
Sentidusu de Sardigna
Mostra personale di pittura in omaggio all'amico collezionista Adriano Zangirolami
Ad Adriano, critico, sostegno e spalla di molti eventi pittorici, dedico questa mostra ringraziandolo, con l'augurio che continui ad essere di stimolo anche in futuro
Caffè dell'Arte
via Caprera
dal lunedì al venerdì dalle 7:00 alle 19:30
Sabato e Domenica esclusi
11 ottobre - 8 novembre 2013
Inizio della mostra:
venerdì 11 ottobre ore 18:00
biografia. Tonio Spada
Pittore ed escursionista appassionato delle foreste e delle campagne sarde, vive ed opera a Cagliari, dove nasce nell'aprile del '38, nella casa campidanese di famiglia a Monserrato.
Passa l'infanzia dei giochi e del dopoguerra al riparo delle case tra gli stagni delle saline di Macchiareddu, le cui luci e i colori segneranno per sempre il suo talento d'artista. La sua pittura si esprime soprattutto nel paesaggio, nel figurativo. Predilige la tecnica degli acquerelli, dell'olio e dell'acrilico. I temi delle sue opere raccontano la Sardegna, le foreste, il mare, le rocce, le spiagge.
Sono caratteristici i quadri raffigurati gli ormai scomparsi casotti del Poetto; la passione per la micologia porta l'artista a conoscere e imprimere nella sua mente gli scorci più suggestivi e caratteristici della sua terra. Le sue opere possono essere raccontate una ad una, evocando ricordi d'infanzia, recenti avventure e momenti significativi delle tradizioni regionali, sacre e popolari.
La carriera artistica inizia negli anni '80, e dopo 15 anni di ricerche e studi, si unisce all'associazione cagliaritana "Arte in Città", con la quale si presenta al pubblico partecipando dal '95 a tutte le manifestazioni dell'associazione e a varie mostre collettive. Nel dicembre del '96 inaugura la sua prima mostra personale presso la "Consorteria delle Arti" di Cagliari alla quale seguirà un fervido ed intenso lavoro.
Partecipa ad importanti rassegne collettive: dal '95 al '98 a Cagliari "Piazza Yenne" con Arte in Città, a Jesolo nel 2000 alla mostra internazionale di pittura del Castello degli Estensi, a Venezia nel 2002 alla mostra nazionale collettiva "Pittori di Marine d'Italia". Dal 2004 al 2006 partecipa a Cagliari all'appuntamento mensile dei "Pittori e Scultori in Piazza" con l'associazione "Caffè dell'Arte". Vince "Vivicastello" nel '99.
Oltre 16 le personali allestite: nel '98 con "Omaggio alla nostra terra" alla galleria d'arte La Bacheca di Cagliari, nel '99 con "Arrastusu e Beridadisi" nei suggestivi locali dell'ex Farmacia Saluz e nel 2003, sempre a Cagliari, la Cittadella dei Musei ospita la sua mostra "Una dì….. arrolliendi costa costa", con cui l'artista rende onore alla sua Sardegna con l'incedere di un marinaio che ne percorre tutte le coste e, ad ogni approdo, trascrive le meraviglie in cui si imbatte. Il susseguirsi dei paesaggi marini di Piscinas, S'Archittu di Santa Caterina di Pittinurri, Cala Goloritzé e Stintino si snoda tra le foreste e le rappresentazioni di una Cagliari meravigliosa agli occhi dell'artista, fatta di piccoli scorci luminosi, maestose piazze e stagni d'opale. Nel 2008, il viaggio tra i colori della Sardegna continua con un'incursione artistica nei floridi paesaggi della rigogliosa Arborea, raccolti nella mostra personale "I colori di Arborea e le sue acque" al museo comunale nel sito archeologico del Mulino.
Il 2009 si apre con la personale "A e dì et a de notti" negli spazi dell'ex Liceo Artistico di Piazzetta Dettori a Cagliari in cui rivivono le tradizioni della sua cara Sardegna in un gioco di immagini e paesaggi di giorno e di notte. La primavera lo porta in Romania, a Sibiu dove il pittore partecipa alla mostra collettiva di artisti italiani promossa dall'associazione dei Lions. Le bellissime sale del Palazzo Regio di Cagliari accolgono, tra settembre e ottobre, la personale "Zampilli di Luce e Colore", realizzata grazie al patrocinio della Presidenza della Provincia di Cagliari, e con la quale il pittore dichiara in modo ancora più netto e assoluto l'innamoramento per la luce come forza viva e potente della natura dell'Isola.
Nella rassegna "Autunno in Barbagia" del 2011, espone l'opera "Scorci e tradizioni sarde" alla pinacoteca comunale di Atzara e, alla fine dello stesso anno fino ai primi del 2012, è a Sardara con la mostra personale "Emozioni contemplative" presso la sala esposizioni Casa Pilloni.
Nel 2013 partecipa alla mostra collettiva "Il sensibile e il sensuale" a Cagliari al Palazzo "Regie Poste", con l'opera "Notturno intrigante", e ad Ottobre, sempre a Cagliari, inaugura l’autunno con la mostra personale “Sentidusu de Sardigna” presso il Caffè dell’Arte, in omaggio all’amico collezionista Adriano Zangirolami. Vive e opera a Cagliari.
contatti.
Tonio Spada
Studio d'arte
via Università 12 09124, Cagliari
Mobile: +39 340 5909116
Mail: info@toniospada.com
Cookie policy